Fotografia, una storia, una passione

Tutto è iniziato quando, ancora bambina, rimanevo incantata per ore a guardare le magie della luce; mi appostavo, accoccolata nella mia poltroncina preferita piena di cuscini, e guardavo quelle ombre proiettate nella stanza, ombre che danzavano sui muri e rimbalzavano sul pavimento, grandi, piccole e sempre diverse. Danzavano, affascinanti e misteriose, poi sparivano. Un gioco infinito. Irripetibile. Che bello sarebbe stato catturarle…

A 15 anni, ebbi la mia prima macchina fotografica, una compatta 110. Mio fratello l’aveva acquistata per partire in gita scolastica e al suo ritorno me la regalò.
Cominciarono i primi scatti con un quartetto di amiche; sciarpe e cappelli sempre diversi, le pose più divertenti, la sabbia dorata e il mare con le sue ineguagliabili sfumature di verde e di azzurro a fare da sfondo ai nostri divertenti set fotografici.

 

Il primo studio Fotografico

Dopo anni passati a fotografare per divertimento e a lavorare presso uno studio fotografico a Carbonia, decisi di aprire il mio studio fotografico. Ci riuscii grazie a mia mamma che da subito credette in me e mi cedette la sua camera da letto per allestire lo Studio. Poi, finalmente, nel 2003 lo studio da fotografo a Carbonia.

La fotografia è la mia passione, che si tratti di ritratti, di folclore, di fotografare paesaggi, ma la soddisfazione più grande è per me la fotografia di matrimonioRiuscire a catturare i momenti carichi di emozione e spontaneità nel giorno del matrimonio di due sposi e ricostruire il giorno del matrimonio alternando reportage di matrimonio e scatti di posa è la massima soddisfazione per un fotografo.

 

Fotografia e ritratto

I bambini…com’è divertente fotografarli chiedendo loro di mettersi in posa magari nelle foto per la scuola o nelle foto della prima comunione, bellissimo catturare i loro sorrisi e i loro sguardi mentre giocano o osservano curiosi l’ambiente intorno.

Ritrarre non è solo trovare il profilo migliore… ritrarre è trovare le luci e le ombre, parlare con la persona che si trova dall’altra parte dell’obiettivo, carpire le sue emozioni, il suo essere…